Scopri perché “guardare” il bilancio non serve a niente…se prima non dai un’occhiata a quello che ho scritto qui.

Oggi voglio parlarti di bilancio, o meglio di quella telefonata che (forse) ti arriverà tra marzo e aprile dal tuo commercialista, per fissare un appuntamento per vedere, parlare e capire i numeri della tua attività.
Vedere, parlare, capire i numeri della tua attività ma è davvero questo che succede in quei 15 minuti che dedicherete al tuo bilancio?
O sarà come ogni anno un momento strano nel quale lui parla di numeri che tu non capisci, ti dice che “più o meno ci siamo”, che “ti farò sapere quante tasse” e dal quale tu esci pensando “di lui mi fido” e “se lo dice lui vuol dire che va bene”, tanto per fare qualche esempio.

Bene, oggi voglio parlarti di questo appuntamento, o meglio dell’oggetto di questo appuntamento “il tuo bilancio” e di che importanza ha per la tua attività.
Facciamo un passetto indietro.

Cos’è il bilancio?

Il bilancio d’esercizio è un documento, che rappresenta in modo veritiero, chiaro e corretto la tua situazione patrimoniale, finanziaria nonché il risultato economico d’esercizio (utile, guadagno). Ha due scopi fondamentali, rispondere agli obblighi contabili e fiscali previsti dalla normativa e soprattutto mettere a tua disposizione INFORMAZIONI sull’andamento della tua azienda.
Come vedi non è una cosa banale, in verità è il documento più importante che rappresenta te, la tua attività e soprattutto racchiude in due pagine un anno di lavoro, tensioni, rinunce, soddisfazioni, numeri che tu e le tue collaboratrici avete generato in questo periodo di tempo.
Non solo, riveste una grande importanza perché il risultato economico utile/guadagno che esce da questo documento è il valore su cui vengono calcolate le imposte che dovrai pagare all’erario, rappresenta il valore su cui l’Agenzia delle Entrate farà il suo lavoro e cioè i controlli sul tuo reddito.

Ma più di tutto come dicevo nella definizione ti regala INFORMAZIONI preziosissime sulla tua attività, informazioni sui tuoi costi, sui tuoi ricavi, sulla tua situazione finanziaria.
Ho parlato di regalo, in un certo senso si, tutto ciò è gratis o meglio a tua completa disposizione e compreso nel prezzo che tu paghi al tuo commercialista….

Ti è un pochino più chiaro ora che cosa è il Bilancio? Ma soprattutto sono riuscito a farti pensare in maniera diversa al tuo prossimo appuntamento con il tuo commercialista?

Mi auguro di si e quindi voglio darti 3 consigli per arrivare a questa data con le idee più chiare.
1) L’appuntamento è importante. Riguarda te, i tuoi conti la tua azienda. Non è tempo rubato a qualche altra attività che avevi in programma ma è FONDAMENTALE. Quindi prenditi del tempo, fatti mandare qualche giorno prima il bilancio e cerca di essere curiosa, scriviti delle domande su quello che non capisci o su dubbi inerenti il tuo lavoro, sarà molto più facile ricordarsele davanti a lui. Fai domande, siamo abituati a chiedere sempre informazioni su ciò che paghiamo, dalle auto, agli elettrodomestici, ai viaggi, ci informiamo sempre su tutto, magari non capiamo, ma domande ne facciamo sempre. Quindi FAI DOMANDE, E’ IL TUO BILANCIO RIGUARDA TE E LA TUA ATTIVITA’.

2) Come ti ho detto il risultato economico del tuo bilancio determina quanto dovrai pagare di imposte all’erario nel mese di giugno. E’ un calcolo matematico, il tuo commercialista, se vuole, è in grado di fartelo al momento, magari non preciso, ma sicuramente può fartelo. Questo per te è importantissimo perché ti aiuterà ad una gestione del denaro più corretta, saprai con qualche mese di anticipo quanto denaro ti dovrà uscire dalle tue tasche. Chiedi che ti venga dato un prospetto su quanto e come dovrai pagare le imposte, ponilo come una condizione per te necessaria e vedrai che questo dato arriverà

3) Ricordati che è solo l’inizio, il tuo obbiettivo dovrà essere quello di avere questo appuntamento nel corso dell’anno, non solo una volta, e questo per fare in modo che vedere, parlare, capire i numeri della tua attività sia una delle azioni che svolgi per il bene tuo e della tua azienda. Fare domande, ricevere spiegazioni capire il funzionamento dei tuoi conti fa parte delle tue mansioni. E se questo tuo cambiamento, se questa richiesta di informazioni non venissero supportate dal tuo commercialista che “è pagato per essere il tuo consulente” vuol dire che è ora di cambiarlo, non perché non esegue il suo lavoro ma, cosa più importante, perché non ti supporta nel tuo.

Alla prossima
Giorgio.

Share